Realizzazione siti web

Easyweb Consulting » Categorie WordPress

Categorie WordPress

Realizzazione siti web categorie wordpressLe categorie sono un utile strumento per poter suddividere in argomenti specifici gli articoli di WordPress. Le categorie ed i tag rientrano tra le cosiddette tassonomie predefinite di WordPress. Per tassonomia si intende la scienza della classificazione ovvero della suddivisione in classi. Un elemento in WordPress, che nel nostro caso è quasi sempre identificato in un articolo (post), può essere quindi classificato in vari modi. WordPress mette a disposizione due tassonomie particolari che sono appunto le categorie e i tag.

Le categorie servono quindi per poter suddividere gli articoli in argomenti. Sono usate per ordinare i contenuti del gruppo in diverse sezioni. Una pubblicazione di contenuti nella realizzazione siti web su una varietà di argomenti in grado di dividere il sito web in sezioni, è possibile attraverso appunto quelle che sono le categorie.
In un blog, che tratti di cucina, potremo avere varie categorie che identificano per esempio le ricette regionali. All’interno di ogni categoria inseriremo gli articoli relativi alle ricette di ogni regione. Le categorie vengono assegnate in un articolo nel momento della creazione dell’articolo stesso, tramite il menù che trovate sulla destra. Prima di poter assegnare gli articoli alle categorie, sarà necessario quindi, creare le categorie stesse. Questo si realizza nel menù principale di WordPress nella sezione articoli. E’ bene ricordare che ad ogni categoria possono essere associate più sottocategorie in modo da realizzare una classificazione efficace. Se non viene specificata nessuna categoria per un post, allora il post è archiviato automaticamente nella categoria di default. In una nuova installazione di WordPress, la categoria di default è ‘Nessuna categoria’. Un amministratore del sito può cambiare categoria di default dalla schermata Impostazioni »Scrittura. Un post WordPress può essere classificato in più categorie e può avere sia le categorie che i tag.

Come aggiungere le categorie

È possibile creare una categoria in WordPress durante la stesura di un post. Vi è una meta categorie di dialogo sulla sezione editor di post con un elenco di categorie esistenti. È possibile depositare il post corrispondente in categorie esistenti selezionando la casella accanto al nome della categoria. È inoltre possibile creare una nuova categoria facendo clic su “Aggiungi nuova categoria”. È anche possibile aggiungere una categoria direttamente da Post» “Schermo Categorie”. Fornire un nome, e se volete potete aggiungere uno slug, che è un nome URL in minuscolo e può avere solo lettere, numeri e trattini. Se si sta creando una categoria child bisogna prima scegliere una categoria principale/genitore , fornire una descrizione per la categoria e fare clic sul pulsante “Aggiungi nuova categoria”. Solo il nome della categoria è l’opzione richiesta per creare una categoria e si può saltare lo slug , il genitore, e la descrizione campo se si vuole. Le categorie si possono anche modificare e questo avviene dal menu’ Post->Categorie . Una volta indirizzato il mouse sulla categoria che si desidera modificare, fare click su modifica. A questo punto si aprirà l’editor in cui è possibile cambiare il nome della categoria , aggiungere o rimuovere una categoria principale e modificare o aggiungere una descrizione.

Casi specifici

In alcuni casi specifici, sarà necessario creare nuove classificazioni in base a parametri ben determinati. Un esempio potrebbe essere nel caso di un sito web dedicato alla vendita degli appartamenti. Le varie caratteristiche di ogni appartamento devono diventare tag di classificazione in modo da poter essere utilizzati in vari casi come ad esempio per un modulo di ricerca o per uno specchietto riepilogativo delle caratteristiche dell’appartamento.

Esistono plugin di WordPress che consentono l’inserimento di nuove gerarchie che potranno essere poi utilizzate all’interno degli articoli.

Come riportato nell’articolo precedente le categorie, le sottocategorie e le tassonomie possono essere inserite nel menù di navigazione per la loro visualizzazione in pagine che risulteranno così classificate in base agli argomenti.

Condividi questo contenuto

Lascia un commento