Realizzazione siti web

Easyweb Consulting » Web Marketing » Fare SEO con il blog: 3 regole per il post perfetto

Fare SEO con il blog: 3 regole per il post perfetto

Fare SEO con il blogOggi va di moda aprire il blog, sia personale sia aziendale, e anche noi di Easywebconsulting confermiamo che scrivere post sui propri servizi, prodotti, hobbies o altro abbia notevoli vantaggi nel portare visibilità e visitatori sul sito web. Il motivo? Oggi si può fare SEO con il blog e anche il blog, grazie all’applicazione delle tecniche di SEO on-page, è uno strumento della SEO.

Aprire un blog e utilizzarlo per fare SEO significa avere tra le mani uno strumento del valore incredibile: qualche post ben scritto, studiando le giuste keyword, e il vostro sito si arricchirà di visitatori e conoscerà una forte notorietà sul web ma non solo. Ecco perché nella realizzazione siti web noi di Easyweb Consulting consigliamo sempre di includere il blog e l’attività di SEO Copywriting: uno strumento in più per distinguersi dalla concorrenza e mostrare – con foto e video oltre che a parole – la validità del prodotto e servizio offerto, arricchendo magari la pagina con le testimonianze dei clienti soddisfatti.

Il sito vincente è oggi quello capace di scalare la SERP dei motori di ricerca, primo fra tutti Google, e posizionarsi nelle prime tre posizioni per le keyword selezionate: in questo modo saranno centinaia i visitatori che visualizzeranno il sito web ogni giorno e magari migliaia alla pubblicazione di un nuovo post. Il tutto completamente gratis, in quando la SEO non ha costi di pubblicità e promozione.

Sappiamo bene che per fare SEO con il blog bisogna scegliere accuratamente il nome del dominio, la piattaforma che lo ospiterà (noi consigliamo di utilizzare WordPress) e  curare il codice e i meta tag. Ma oggi vogliamo soffermarci sull’ottimizzazione On –Page indicando 3 regole base per la creazione del post perfetto

  • Regola n.1 Fai capire a Google ti cosa ti occupi
  • Regola n.2 Concentra l’attività SEO su ciò che è importante
  • Regola n.3 Il lettore decide il tuo posizionamento

Regola n.1 Fai capire a Google ti cosa ti occupi

Prima di cominciare a scrivere un post devi assolutamente cercare con cura una keyword di riferimento attorno alla quale ruoterà il tuo contenuto. Non hai trovato un tema da trattare sufficientemente preciso  e circoscritto? Meglio non scrivere nulla.

Anche una volta che hai individuato il tema e la keyword prima di iniziare il post devo valutare il suo valore grazie ai Keyword Planner disponibili in rete e ai software dedicati come SEOzoom e SEMrush. Magari potresti scoprire che “orsacchiotto di peluche” ha molte più visite di “orsacchiotto”

Ora che stai scrivendo il post, soprattutto se vuoi fare SEO con il blog, non temere di scrivere più volte la keyword e posizionarla nei punti chiave del testo: all’inizio, nel mezzo e alla fine. Stai però attento a evitare il keyword stuffing, ovvero l’eccessiva sovra ottimizzazione del post. Se il sito è giovane mantieni la frequenza tra l’1 e l’1,5%. Come fare a tenere tutto sotto controllo? Se usi WordPress viene in tuo aiuto il plug-in di Yoast.

Regola n.2 Ottimizza quello che è più importante

Gli spider di Google percorrono da cima a fondo tutti i post del tuo blog assegnando però maggiore importanza ad alcuni punti della struttura del testo. Ecco perché devi imparare a usare i tag H1- H3, i meta title e le meta description includendovi la keyword, sempre senza esagerare.

Fare SEO con il blog significa però anche aver cura di ottimizzare le immagini tenendole sotto i 10kb e descrivendone il contenuto nell’apposito attributo ALT oltre che nel nome del file. Anche in questo caso abbi cura di inserire la keyword.

Considera che ciascun post deve avere almeno 600 parole suddivise in paragrafi e correlate di link interni al blog oltre che comprendere un link esterni con attributo nofollow se il sito di destinazione non dovesse godere di buona reputazione.

Regola n.3 Il lettore decide il successo del blog

Puoi ottimizzare quanto vuoi il tuo blog per fare SEO ma alla fine sarà il lettore stesso a decidere se il tuo contenuto è valido: usa uno stile fresco, snello e sintetico e segui questi consigli base:

  • Scegli un titolo breve, tra i 40 e 70 caratteri che sia stimolante
  • Segnala in grassetto i passi più importanti di ogni periodo e la parola chiave. Utilizza invece il corsivo per i termini stranieri
  • Utilizza elenchi puntati e numerati per rendere ancora più chiaro il contenuto e migliorare la leggibilità complessiva del post

Conclusioni

Ora hai in mano gli elementi chiave per fare SEO con il blog, ma prima di chiudere il post ti lascio un ultimo consiglio: aspetta una settimana dalla pubblicazione del post per valutare il posizionamento nella SERP di Google prima di studiare le possibili ottimizzazioni. Se in questo periodo hai raggiunto la prima pagina di Google significa che il tuo lavoro sul testo è stato eccellente. Non hai ottenuto buoni risultati? Prova a rivedere la densità della keyword, aggiungere nuovo contenuto originale, migliorare la leggibilità e vedrai che Google saprà come premiarti.

Come vedi fare SEO con il blog e utilizzare le tecniche del SEO Copywriting è un lavoro complesso, pertanto saremo lieti di fornirti la nostra consulenza per portarti nella prima pagina di Google.

Condividi questo contenuto