Easyweb Consulting » Web Marketing » L’incredibile importanza delle immagini
L’incredibile importanza delle immagini2018-04-19T19:44:21+00:00

L’incredibile importanza delle immagini

Limportanza delle immaginiElemento da non trascurare in un sito  web ed in corretta di approccio al web marketing, sopratutto in un sito e-commerce sono le immagini, che sono in grado di apportare valore alla comunicazione se scelte con criteri specifici e la giusta attenzione. Eppure molto spesso nella fase di web design di un sito web si procede con molta attenzione nella realizzazione dei codici e dei contenuti testuali trascurando dettagli fondamentali come la scelta delle immagini da posizionare nelle pagine interne e in homepage: attività questa lasciata alla fase di rifinitura e consegna lavori. Un errore che nasce dalla convinzione, purtroppo errata, che le immagini abbiano un semplice valore illustrativo e che siano parte integrante della pagina, ignorando il ruolo fondamentale che rivestono nella creazione di emozioni positive e nel convincimento all’acquisto. Un’immagine giusta aiuta a migliorare la percezione del brand e aumenta i tassi di conversione di un sito web, influenzando la decisione d’acquisto del potenziale cliente.

Proprio sul web sembra si confermi meglio che altrove quanto espresso dal detto popolare “la prima impressione è quella che conta” e le fotografie di buona qualità aiutano a fissare meglio il messaggio che la pagina vuole trasmettere. Ecco perché è quindi fondamentale scegliere immagini d’impatto, conformi al target e alla sensazione da trasmettere.

Nella realizzazione di siti web dobbiamo tener conto inoltre dello stato di stanchezza mentale in cui il lettore/visitatore si trova e che quindi porta a prediligere i contenuti visuali rispetto a quelli testuali. L’immagine infatti richiede una minore elaborazione mentale e ci permette di comunicare il modo più diretto e coinvolgente con il potenziale cliente.

Nella realizzazione di siti web una buona immagine associata a un buon design del sito web permetterà inoltre di migliorare la user experience degli utenti generando un livello comunicazionale di maggiore qualità. Ma qual è l’immagine più coinvolgente?

Secondo noi in fase di creazione del sito vanno create delle immagini che ritraggono il target alle prese con i prodotti da promuovere, meglio se in uno schema dai colori rilassanti per coniugare al meglio design, semplicità e funzionalità e creare aspettative e senso d’attesa.

Immagini quindi in grado di colmare la distanza tra acquisto online e acquisto dal vivo in negozio, permettendo al lettore di pregustare il momento in cui riceverà a casa l’oggetto o il capo di vestiario acquistati online e creando quindi maggiori conversioni.

Ecco dunque come quella fase di ricerca e selezione delle immagini solitamente lasciata per ultima nella realizzazione di siti web debba recuperare la sua importanza e rivestire un ruolo realmente di primo piano agli occhi del web designer.

Come ottimizzare le immagini

La prima regola di un sito web è non fare attendere troppo il lettore in quanto una pagina “lenta” difficilmente verrà letta da qualcuno, a meno che non sia veramente interessato. Ecco dunque perché è fondamentale ottimizzare le immagini per il web, prestando molta attenzione al numero di byte del file prodotto, tenendo conto che sul web non esistono i DPI ma solo i pixel.

Oggi il numero di pixel di un’immagine di alta qualità si adatta ai monitor più comuni ed è quindi pari a 1280×800, 1024×768, 1280×1024, 1440×900. Queste 4 risoluzioni costituiscono infatti l’80% di quelle in uso pertanto cerchiamo di rispettarle nella realizzazione, considerando che immagini più grandi sono del tutto prive di senso.

Qualità dell’immagine

Un altro parametro da non sottovalutare è la qualità dell’immagine, che può essere mantenuta utilizzando software ad hoc primo tra tutti Photoshop, anche se esistono alternative gratuite come RIOT o GIMP. Il file andrà poi salvato in formato JPEG se è una foto o presenta tinte sfumate, GIF o PNG se ci sono tinte piatte o disegni al tratto. Il consiglio è comunque quello di fare una prova.