Easyweb Consulting

Accessibilità siti web: cosa significa realizzare un sito accessibile

Accessibilità siti webImmaginare la propria vita senza Internet è oggi impossibile per la maggior parte delle persone e l’accessibilità siti web è un tema sempre più importante, dato che chiunque ha diritto di avere il mondo a portata di mano con pochi click anche se non è possibile usare il mouse, vedere lo schermo o sentire l’audio. In poche parole il sito web oggi deve essere accessibile anche agli utenti con disabilità.

Il sito web è, infatti, una delle cose migliori che sono capitate alle persone disabili per essere finalmente autonomi e non dipendere dagli altri. Oggi i giornali pubblicano le notizie in formato leggibile tramite software di screen reader, che permettono ai non vedenti di accedere a ogni tipo di contenuto in totale autonomia senza fare uso di costose riproduzioni audio o pagine in Braille. Chi ha difficoltà motorie può, invece, utilizzare la bacchetta da reggere con la bocca per digitare sulla tastiera oppure i puntatori ottici basati su comandi dati con un semplice sguardo, ma anche chi ha disabilità cognitive può oggi godere della flessibilità offerta da chi si occupa di accessibilità dei siti web.

Eppure sono ancora molti i siti che non rispondono a questi standard e rendono possibile la navigazione solo con l’uso del mouse, pochi anche i video accessibili ai non udenti. Immaginiamo però cosa succederebbe se il nostro mouse o touchpad smettesse improvvisamente di funzionare: è quello che vive ogni giorno chi ha una disabilità e si trova ad interagire con siti web non accessibili. Sopraggiunge rapido un senso di frustrazione ed emancipazione digitale e torna ad essere necessaria la dipendenza dagli altri come in passato. Oggi diversi studi stimano che il 20% della popolazione presenta disabilità che rendono difficoltoso l’accesso al web e quindi soprattutto le scuole, le università, gli ospedali e gli uffici pubblici sono obbligati a rispettare la legge in termini di accessibilità siti web. Vediamo quali sono le principali categorie di disabilità:

  1. Disabilità visive: cecità, ipovisione, visione in bianco e nero
  2. Uditive: problemi di udito parziali o totali
  3. Motorie: impossibile utilizzo del mouse a causa di limitato controllo motorio
  4. Cognitive: problemi di apprendimento, disturbi di attenzione, concentrazione e memoria

Realizzazione siti web: come rispettare le regole per l’accessibilità

Oggi ogni diverso tipo di disabilità richiede attenzioni particolari nello studio e nella realizzazione delle pagine web, fatto che porta beneficio a tutti e non solo agli utenti affetti da qualche tipo di disabilità. Illustrazioni esplicative, un’impaginazione corretta dei testi e font chiari sono i primi passi, accompagnati da una navigazione semplice che fa uso anche di sottotitoli e didascalie per i non udenti. Mettere al centro l’utente significa prestare attenzione anche a questi aspetti, ma vediamo ora cosa significhi realizzare un sito web accessibile.

Alla base della sua costruzione ci deve essere un forte impegno e presa di coscienza in quanto molti errori non sono dovuti a negligenza ma a mancanza di consapevolezza. Nelle grandi aziende si tratta di decisioni che devono venire dall’alto e vanno richieste dal committente allo sviluppatore magari con il supporto di specifiche linee guida, norme e procedure per monitorare in ogni momento il sito web. Non è vero, infatti, che la creazione di un sito web accessibile rappresenti un investimento maggiore in termini di costi e tempo, soprattutto se si considerano i benefici che ne derivano: bastano pochi giorni per imparare le basi e online si trovano tanti contenuti dedicati a sviluppatori e webmaster.

Le norme da rispettare

Oggi i siti web devono rispettare le seguenti norme per essere definiti accessibili a tutti:

  • Essere percepibili, ovvero sensibili alla vista e all’udito tramite il browser o l’uso di tecnologie di assistenza come screen reader o puntatori per il mouse;
  • Essere interattivi, ovvero l’utente disabile deve poter interagire con tutti gli elementi della pagina con il mouse, la tastiera o appositi supporti;
  • Essere comprensibile, ovvero il contenuto non deve generare confusione e ambiguità

Grazie a queste caratteristiche avremo un sito web che chiunque può utilizzare, indipendentemente da eventuali limiti fisici o cognitivi.

I fondamenti del sito web accessibile

Tra i fondamenti di un sito accessibile ricordiamo la presenza di un testo alternativo testuale per ogni contenuto multimediale e fotografico presente online, una struttura delle pagine che permetta una semplice navigazione anche da tastiera, moduli e form chiari e facili da compilare che permettano di correggere anche eventuali errori di compilazione, link chiaramente visibili e interpretabili come tali anche dagli screen reader e identificati da espressioni come “clicca qui” o “continua”.

Non devono poi mancare didascalia e trascrizioni e particolare attenzione va prestata ai contenuti in PDF, Power Point o Flash offrendo una valida alternativa se il contenuto non è accessibile all’utente con disabilità. Infine è doveroso permettere a tutti gli utenti di navigare facilmente tra i vari elementi che compongono la pagina, grazie a scorciatoie e link che portano direttamente al contenuto principale, alla parte della pagina dedicata e altro.
Naturalmente si tratta solo di alcuni accorgimenti per creare un sito accessibile, che noi di Easyweb applichiamo nella realizzazione dei progetti dei nostri clienti. Essere duraturo, ovvero le tecnologie assistive, vecchie e nuove, devono permettere un facile accesso ai contenuti nel tempo.