Realizzazione siti web

Easyweb Consulting » Realizzazione siti ecommerce » Ecommerce: come trasformare i visitatori in clienti

Ecommerce: come trasformare i visitatori in clienti

E-commerce ottimizzazioneAccade per la gran parte dei siti di ecommerce ed è un fenomeno con il quale anche tu sicuramente avrai avuto a che fare: il 97% dei visitatori esce dal tuo negozio online senza effettuare neanche un acquisto. Magari per generare quel traffico hai speso davvero tanto in termini di energia, soldi e azioni di marketing ma ancora non riesci a trasformare quei visitatori in clienti. Magari starai osservando il tuo sito soffermandoti sull’aspetto grafico, sulla posizione della casella di ricerca, sul colore di sfondo, perdendo di vista le caratteristiche essenziali.

Ecco dunque alcuni consigli per ottimizzare il tuo ecommerce ed elevare il tasso di conversione, perché, lo sappiamo entrambi, quello che ti interessa è vendere (e perchè no, vendere su Facebook).

Alcuni elementi a cui prestare attenzione per aumentare le conversioni

  1. Struttura del sito e usabilità: un buon sito web è usabile, offre contenuti di qualità ben scritti e facilmente trovabili, si avvale di un processo di check out semplice e può contare su una buona assistenza clienti. Questi sono elementi indispensabili per metterti al pari con i tuoi competitor, la base da cui partire per cominciare a lavorare all’ottimizzazione dell’ecommerce.
  2. Web Analytics per la presentazione dei prodotti: grazie a Google Analytics non puoi monitorare solo le prestazioni del sito ma anche quelle dei singoli prodotti. Questi possono quindi apparire online seguendo una struttura che mette in primo piano quelli più venduti per ogni categoria, quelli più recensiti o ancora quelli più cercati sul tuo ecommerce.
  3. Analisi delle ricerche con le keyword: consiglio di effettuare settimanalmente la ricerca per parole chiave del proprio sito controllando le top 25 e verificando che rappresentino veramente ciò che vogliono i clienti. Solo così sarà possibile ottimizzare la pagina basandosi sull’intento di ricerca del cliente e incrementare le conversioni.
  4. Ottimizzare le landing page: se il cliente arriva tramite una conversione da Google Adwords o Social Ads deve atterrare direttamente sul prodotto che promuovi, non alla homepage né alla pagina di categoria. E’ un errore che si vede molto spesso su diversi siti ed è assolutamente da evitare.
  5. Ottimizzare la descrizione del prodotto: per ogni prodotto presente sul vostro ecommerce è bene avere una descrizione dettagliata e realizzata con opportune tecniche di copywriting. Rafforza la credibilità del prodotto vederlo inserito, tramite testo e immagine, nella vita reale delle persone ed è pertanto un’opportunità da sfruttare nella realizzazione del vostro ecommerce.
  6. Pagamenti sicuri: in generale le persone preferiscono comperare online tramite carta di credito o PayPal sentendosi meno sicuri in caso di bonifico bancario o contrassegno in quanto in caso di problemi con il prodotto si potrebbe contare su una sorta di protezione. Offri dunque anche queste soluzioni come metodi di pagamento per il tuo ecommerce: ormai tutti coloro che fanno acquisti online hanno un account PayPal.
  7. Recensioni dei clienti: non temere di chiedere ai tuoi clienti recensioni sul prodotto offerto in quanto rappresentano un ottimo strumento per trainare il traffico organico ma permettono anche al visitatore di capire la qualità di ciò che sta per acquistare e leggere l’esperienza di altri utenti. Come fare? Pochi giorni dopo l’acquisto invia al cliente una email chiedendo di lasciare una recensione sulla tua pagina Facebook, sulla pagina Google+ o direttamente sul sito. Un buon numero di recensioni aumenta le conversioni del tuo ecommerce.
  8. Misurare sempre: non mi stancherò mai di ripetere che non esiste sul web una soluzione standard adatta a più aziende e quindi l’unico metodo è provare, verificare, misurare e provare ancora. Siccome i dati aggregati sono di scarso valore, una buona idea potrebbe essere verificare i seguenti aspetti: la ricerca organica converte più o meno di quella a pagamento? Quali fonti producono le migliori conversioni? I clienti sono segmentati in fase di analisi delle conversioni? Utilizzi i dati di provenienza e comportamento.

Per realizzare azioni efficienti ed efficaci e migliorare il tasso di conversione devi capire chi sono e cosa fanno i clienti e segmentarli in gruppi sui quali attivare diverse azioni di marketing.

Naturalmente si tratta di un lavoro complesso che l’azienda o il libero professionista devono fare guidati da una persona esperta di ecommerce: se pensi che il tuo sito web non stia rendendo quando dovrebbe, vuoi vendere di più o più in generale aumentare le conversioni, contattaci oggi stesso per un preventivo.

Condividi questo contenuto

Lascia un commento